La Carriera di Gabriel Jesus
1 dicembre 2017
FENOMENO MIGRATORIO
18 gennaio 2018
Mostra tutto

Biotestamento legale

14/12/17 il senato vota sí con 180 voti: il biotestamento è legge.
Ma cos’è esattamente il biotestamento?

Per rispondere a questa domanda bisogna innanzitutto fare una differenziazione tra questa pratica e l’eutanasia; le due cose sono strettamente legate, ma avvengono in tempi diversi, con procedure diverse.

L’eutanasia o suicidio assistito consiste nell’individuo che pone fine alla sua vita in tempo immediato sotto assistenza di un professionista; ciò non significa che chiunque ne faccia richiesta può disporne, prima avviene un’analisi a fondo psicologico sul paziente per vedere se vi ci può essere un rimedio differente.

Il biotestamento o testamento biologico é la possibilità per il paziente di scegliere come o se vuole essere curato qualora non sia in grado di esprimersi in futuro; ciò avviene tramite la compilazione di un modulo chiamato DAT (Disposizioni Anticipate di Trattamento) scaricabile via internet. Questa pratica non prevede quindi una morte immediata in caso di sospensione delle cure.

Perché questo passo è importante per l’Italia?

Come ben sappiamo, per quanto l’Italia sia un paese laico, è fortemente influenzata dalla religione cattolica, secondo la quale la vita è una cosa sacra e porle fine sarebbe come non rispettarla e non rispettare la possibilità che dio ha dato agli uomini di vivere.

Aprirei una parentesi soggettiva: la realizzazione di questa legge in Italia era vista ai miei occhi come un traguardo lontano, basti pensare che a marzo 2017 erano presenti a discuterne solo 20 deputati su 630, la Camera era vuota!

Ovviamente non si deve far di tutta l’erba un fascio, tra i favorevoli infatti vi erano anche credenti. D’altra parte i cattolici clericali invocano l’obiezione di coscienza dei medici, ovvero far sì che i medici possano opporsi alla volontà del paziente: cosa che è ovviamente illegittima.

La verità non sta mai da una sola parte, ma credo che qui la cosa da stabilire non sia se reputare il biotestamento come una cosa positiva o negativa, giusta o sbagliata; la base di tutto ciò è la libertà. Rivendichiamo sempre i nostri diritti affinché ci consentano una vita migliore e realizzino le nostre volontà, non pensate che il testamento biologico sia un diritto per porre fine a una vita priva di volontà?

Scritto da Livia Baja

Istituto Europeo, Recupero Anni Scolastici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *