In memoria di Anna Frank

Da due giorni sui giornali italiani si è tornati a parlare di Annelies “Anna” Frank, la ragazza tedesca ebrea che tenne un diario durante le persecuzioni naziste dei primi anni Quaranta, poi pubblicato in tutto il mondo alla fine della guerra.

QUANDO E\’ SUCCESSO?

Tutto è iniziato lunedì, quando in una curva dello Stadio Olimpico di Roma sono stati ritrovatidegli adesivi con la foto di Anna Frank con la maglia della Roma, inserita con un fotomontaggio. Gli adesivi erano stati attaccati dagli ultras della Lazio, notoriamente molto vicini all’estrema destra.

COME HANNO AGITO?

La polemica è poi montata a tal punto da comparire su tutti i giornali italiani e sui principali media stranieri. Ha avuto anche delle conseguenze pratiche: la Federcalcio ha deciso che prima delle partite della giornata di Serie A in corso venga letta una pagina del Diario di Frank.

COSA HANNO FATTO?

Al momento, secondo il quotidiano ANSA, sono state identificate 16 persone in relazione agli adesivi di Anna Frank, fra cui tre minori. Rischiano una condanna da 1 a 4 anni per istigazione all’odio razziale.

Gli adesivi sono stati condannati fra gli altri dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, da Matteo Renzi – che ha proposto che tutte le squadre di Serie A scendano in campo conla stella Di David sulla maglia.

PER LA MEMORIA

La Lazio ha provato a rimediare portando una corona di fiori davanti alla Sinagoga. Nel riscaldamento pre-partita i giocatori hanno indossato una maglia con la foto di Anna Frank; inolte il quotidiano: la Repubblica ha deciso di stampare sulla prima pagina la foto Anna con addosso molte maglie della serieA, esprimendo che lei non verrà dimenticata e si trova em si troverà sempre nella maglia di ogni tifoso. im più il presidente della Lazio, Lotito, ha iniziato una campagna che consisterà nel portare ad Auschwitz circa duecento tifosi laziali.

                                                                                                                                                  Fonte: IL POST

                                                                                                                                                                  di: Fabrizio e Alessandro

Torna in alto